Riflessioni per rafforzare la fiducia delle ragazze nelle proprie capacità e opportunità professionali.

 

Il Girls’ Day, noto anche come giornata delle ragazze o di orientamento per le ragazze, festeggia il 20° anno dalla sua istituzione – avvenuta negli USA nel 1997 – con una conferenza dedicata, inserita nel programma della 10^ edizione di “Young – Orienta il tuo futuro”.

L’incontro “Donne al lavoro, le mosse vincenti: il Girls’ Day”, a cura del Comitato Imprenditoria Femminile di Como e in collaborazione con l’omonimo Comitato di Lecco, mirava ad incoraggiare le giovani allieve delle scuole medie inferiori a farsi idee libere e autonome riguardo il mondo del lavoro.

È infatti sempre più anacronistico, per le ragazze di oggi, approcciarsi al mondo del lavoro seguendo i dettami della tradizione, che vede spesso le giovani donne optare per indirizzi di studio e professioni più tradizionali. Incoraggiando le studentesse ad avere maggiore fiducia nelle proprie capacità, lo scopo della conferenza è stato quello di ampliare le loro vedute rispetto alle opportunità formative e professionali offerte loro nel panorama odierno.

I settori tecnici, scientifici e artigianali, oltre ad essere costantemente alla ricerca di nuove, giovani e preparate forze da offrire al mondo del lavoro, sono oggi invece fortemente aperti alle donne, sfatando i tabù del passato che li indicavano come settori esclusivamente “da uomini”.

 

Un esempio da seguire e un’opportunità da non farsi sfuggire.

 

Un esempio concreto è stato portato agli occhi del giovane pubblico durante la conferenza. È quello di Simona Frigerio, esponente della Camera di Commercio di Como e imprenditrice edile di successo. Il suo intervento è servito da esempio tangibile per le ragazze presenti, mostrando loro che non esistono “lavori da maschi” o “lavori da femmina” perché ciò che conta davvero sono le proprie abilità.

A conclusione dell’evento, è stato annunciato un CONCORSO dedicato alle studentesse della Provincia di Como. Grazie a questa iniziativa, le 30 ragazze più motivate potranno affacciarsi in prima persona sul mondo del lavoro, visitando, in due diverse giornate, aziende comunemente considerate prettamente maschili (appartenenti ai settori metalmeccanico, chimico, tessile ecc.).

Qui le ragazze capiranno in prima persona in cosa consiste il lavoro in un’azienda e cosa vuol dire farne parte. Vedranno inoltre con i propri occhi come le donne siano perfettamente integrate in questo tipo di aziende, ricoprendo spesso ruoli di grande responsabilità, con risultati eccellenti.

Le donne quindi, in questo genere di ambiti, risultano oggi indispensabili. Questo perché hanno avuto il coraggio di seguire le proprie inclinazioni, senza badare al giudizio altrui: questa è la vera lezione impartita durante la conferenza alle studentesse delle medie presenti.

Il concorso terminerà il 26 aprile 2018 con un giorno conclusivo di festa, il Girls’ Day appunto, che sancirà il degno finale di un’esperienza formativa e di grande ispirazione per le 30 fortunate partecipanti.

“Donne al lavoro, le mosse vincenti: il Girls’ Day” è stato il primo passo verso il futuro mosso dalle giovani donne di domani. Pronte a saper cogliere nuove opportunità nel mondo del lavoro Lontane dagli stereotipi e con lo sguardo rivolto verso nuove prospettive.